Archivi tag: Terremoto

Terremoto 7.8 in Iran: si temono centinaia di morti

Fonte: Rainews24.it

sismografo_280xFree

Un violento sisma, di magnitudo pari a 7.8 gradi sulla scala Richter, ha scosso l’Iran. Lo riferisce l’Usgs, l’istituto geofisico statunitense, che registra continuamente i movimenti tellurici sulla crosta terrestre. Il tremore, riferiscono testimoni locali, è stato avvertito in tutto il Golfo Persico.

Si temono centinaia di morti
Il sisma provocherà “centinaia di morti”: lo scrive Reuters India citando responsabili iraniani.

La scossa è stata registrata nei pressi della città Khash, che conta oltre 50.000 abitanti, al confine tra Iran e Pakistan. Il sisma è stato avvertito in India, con i palazzi che hanno tremato a New Delhi, a Dubai, dove sono state evacuate i grattacieli, in Bahrein. L’ipocentro, nella stima preliminare, è stato localizzato a circa 15 km di profondità.

Il centro sismico iraniano ha confermato la scossa di terremoto, fissata 7.5 gradi Richter. La zona colpita “è un’area rurale, con la gran parte delle case costruite con mattoni di fango”, scrive l’agenzia semi-ufficiale Fars, parlando di “terremoto devastante nel sud-est dell’Iran”.

Bilancio provvisorio: oltre 80 morti
Sale tragicamente il bilancio delle vittime: fonti locali citate dai siti dell’area parlano al momento di almeno 81 morti e migliaia di edifici crollati.

Il terremoto più potente degli ultimi 40 anni
“E’ stato il terremoto più potente che ha colpito l’Iran da 40 anni ad oggi e ci attendiamo centinaia di vittime”, ha dichiarato un responsabile governativo iraniano che ha voluto mantenere l’anonimato. Nel 2003 un sisma di magnitudo 6,6 provocò in Iran 31mila morti.

L’Iran è un paese fortemente sismico
Solo una settimana fa un terremoto di magnitudo 6,1 Richter aveva colpito la provincia di Bushehr causando almeno 39 morti e circa 850 feriti secondo il bilancio della Fars. Anche secondo l’Aiea, l’agenzia atomica internazionale, il sisma pero’ non aveva provocato alcun danno all’unica centrale atomica iraniana, quella che sorge nell’area.

L’Iran è un paese fortemente sismico: già nell’agosto scorso vi era stato un terremoto con 306 morti e circa 4.500 feriti a Tabriz, nel nordovest. Il sisma che nel dicembre 2003 colpì l’antica città di Bam, con le sue case di fango, causò 31 mila morti e ancor più tragico fu il terremoto del giugno 1990, ancora una volta nel nord-ovest, che fece circa 37 mila vittime e più di 100 mila feriti nelle province di Gilan e Zanjan.

Annunci

Terremoti: Cosa sta accadendo in Calabria?

In questi giorni sta avvenendo qualcosa di molto particolare nella zona di Castrovillari, Luzzi e Castiglione Cosentino nella regione Calabria. Da Ottobre scorso ha cominciato a verificarsi un’escalation di scosse telluriche, alla media di circa 40 scosse al giorno di magnitudo che si può ricondurre ad una media intorno alla magnitudo 1.5 richter. Il numero di scosse pare aumentare di giorno in giorno, questi i valori che vanno dal 01 Dicembre in poi:

1 dicembre 2011: 32 scosse
2 dicembre 2011: 53 scosse
3 dicembre 2011: 63 scosse.

La Calabria è forse la regione a piu alto rischio sismico, questo perchè la zona del centro-mediterraneo si trova in rapido processo di evoluzione geologica. Per questo motivo la Calabria è stata interessata da diversi fenomeni tellurici importanti, di cui ve ne sono racconti storici relativamente agli anni 1638, 1783, 1888, 1905, 1908 che hanno gravemente colpito tutti i 409 comuni della regione. Nel 1908 ad esempio crollava uno dei monumenti nazionali esistente in Calabria: la “Torre delle cento camere”…Reggio Calabria e la parte bassa di Messina vennero rase al suolo; le vittime furono oltre 80.000, di cui circa 2.000 inghiottite dall’onda di maremoto (tsunami).
Al momento non pare esserci alcun allarme diramato dal Dipartimento della Protezione civile, il quale lette le dichiarazioni del deputato Franco Laratta in riferimento allo sciame sismico in corso nel Pollino, ritiene necessario sottolineare alcune precisazioni. Il dipartimento consapevole della maggiore sensibilità e attenzione che gli abitanti dell’area del Pollino stanno dimostrando in questo momento, ha potenziato il programma ordinario di attività di informazione alla popolazione, di verifica degli edifici pubblici e dei piani comunali di protezione civile. (Fonte: italia24h.it)
Nel frattempo, l’INGV ha installato 4 nuovi sismografi per monitorare al meglio il nuovo sciame sismico che si sta verificando nell’area del Pollino.
Per quel che riguarda i maggiori esponenti scientifici, allo stato odierno della situazione, nè il Dott. Giuliani nè Il Dott. Boschi, hanno emesso previsioni riguardo il verificarsi di scosse piu forti nei prossimi giorni.
Invitiamo comunque tutti gli abitanti ad informarsi sul sito della protezione civile per quanto concerne le procedure di sicurezza sismica da seguire nell’eventualità si dovessero verificare dei terremoti piu forti, considerando che la zona calabra è una delle maggiori zone sismiche del nostro Paese.

Lo staff di EclisseForum.it precisa che con le conoscenze al momento acquisite e con gli strumenti ad oggi disponibili, non è possibile predire eventi sismici con assoluta certezza. Per questo motivo, invitiamo ad aggiornarsi attraverso le due fonti che vengono messe a disposizione:
Il blog Meteo&Geo
Il forum: a questo link