Archivi tag: meteoweb

Il Caso Meteoweb: La fuga di Rosario Marcianò – Tanker Enemy

A me gli occhi please…

…prima di cominciare questo articolo, vorrei che perdeste qualche minuto del vostro tempo per focalizzare, nella vostra mente, queste parole..infilate cosi come sono dritte dritte una dietro l’altra…

“Io continuo a pensare che legittimare voci come quella di uno che, per trovarsi sempre dalla parte della ragione, falsifica e mistifica a piacimento, infarcendo il tutto con una buona dose di insulti e diffamazioni, non è un atteggiamento democratico, ma scientifica demolizione della verità e distruzione sistematica e programmata delle voci non corruttibili. In poche parole siamo di fronte a pura malafede, che mai giustificherò”
(R.Marcianò, 11 Settembre 2010 – Tankerenemy.com)


Ora che vi siete concentrati su queste parole, vorrei accompagnare i nostri lettori in un piccolo percorso rivestito di grande ilarità seppur il dolce sorriso può venire guastato dalla presa di coscienza sul fatto che ci si trova di fronte a qualcosa di bizzarro: qualche individuo falsifica delle prove…e il resto del gregge non è disposto a contestarlo neppure a gioco scoperto. Che dire, è la tristezza dei nuovi tempi, popolati di gente dalla “grande apertura mentale”..


L’antefatto – La bufala dell’Aereo di Nizza

Citazione

“No, non fa male credere, fa molto male credere male. (G.Gaber)”

Non vorrei dilungarmi troppo su questo antefatto in quanto già è stato evidenziato diverse volte e in diverse forme (nelle pagine di EclisseForum.it) il goffo tentativo di far apparire lucciole per lanterne da parte del nostro Rosarione nazionale. Ma facciamo un breve riepilogo. Tempo fa ci imbattemmo in un video del comitato Tanker Enemy in cui mostrava un aereo che passava sopra la propria testa rilasciando fantomatiche scie chimiche. contestualmente il soggetto in questione ne rilevava i dati di volo attraverso un apparecchio, chiamato AirNav Radar Box

Questo è il video, (consiglierei due tappi per le orecchie ;D ;D ;D ;D ;D)..:

Ad un certo punto, appare una schermata che riporta i dati di volo

e questi sono i dati che si possono rilevare

Primo: l’altitudine…e ok
Secondo: la prua dell’aereo
Terzo: la velocità verticale
quarto: le coordinate.

Inserendo le coordinate che trovate in basso però, vi troverete a Nizza, non a Sanremo..quin di il video è un falso.

Infatti.. che ci fa un aereo cosi basso in mezzo al mare? Ho tirato un pò piu su la paginetta di google earth ed è venuto fuori questo..guardate in alto

 

E’ l’aereoporto di Nizza. Quindi il video è palesemente falsato dal furbacchione in questione , Rosario Marcianò.
Ma vi faccio una domanda: come reagirebbe il sig. Rosario Marcianò se gli si presentasse di fronte una sbufalata ai suoi video? Risponderebbe pacatamente (segno tipico di chi davvero è in buona fede) oppure se la svignerebbe a tutta mancina? (tipico di chi è in malafede?)
Noi ci abbiamo provato…grazie al caso Meteoweb.


Il Caso Meteoweb e la figuraccia di R.Marcianò

Citazione

“”Meglio tacere e passare per idiota che parlare e dissipare ogni dubbio”(A.Lincoln)

In  questi giorni, si è abbattuta su Meteoweb una tempesta, dopo la pubblicazione da parte della famosa testata meteo-scientifica di un articolo volto a togliere credibilità alla teoria delle Scie Chimiche, teorie che ogni volta presentano grandissime mistificazioni e cavalcano le onde del complottismo piu sfrenato. Come al solito, gli sciacomici hanno reagito davvero male, come ogni qualvolta gli si chieda di ragionare con la loro testa. Ma questa richiesta di usare un pò di sale in zucca, come vedremo in seguito, non solo non viene presa in considerazione..ma spinge un certo tipo di utenza a non rendersi conto delle mistificazioni che sostengono, anche mettendoli con la prova sul banco…prova tangibile e reale appunto, come quella che vi abbiamo appena spiegato.
Mentre infuriava la tempesta sul filo dell’insulto e con orgasmi di complottismo da manuale (poi ve ne postiamo alcuni davvero divertenti), si è affacciato alle pagine di Meteoweb, il Signor Marcianò Rosario, presidente del comitato TankerEnemy, al quale abbiamo presentato la palese confutazione del video.

Qua il dettaglio a cura del sig. Ser Ciappelletto http://www.meteoweb.eu/2012/05/come-nasce-e-come-si-smonta-la-bufala-delle-scie-chimiche/133556/#comment-62955

La cosa davvero incredibile è che il signor Marcianò non ha risposto, come solitamente si vede accadere in Tv quando ci si trova a guardare i video di programmi televisivi come le Iene ad esempio, nei servizi in cui gli autori inseguono i truffatori facendo domande impertinenti…Rimbeccato piu e piu volte, si è limitato a lanciare qualche timido link dopodichè è scomparso nel nulla, svignandosela a gambe levate pur di non rispondere alle nostre insinuazioni. Segno di evidente difficoltà, tipica di chi sa che ha mentito e sparisce dalla circolazione…Questo è quindi il presidente del comitato Tanker Enemy, uno spargitore di bufale che fugge via e si nasconde come un topo quando escono allo scoperto le palesi menzogne che propaga e crea ad arte..lasciando cosi i suoi seguaci a sbrogliarsi la matassa da soli, e chi s’è visto s’è visto…tanto, la pubblicità sui suoi blog c’è…il complottismo frutta soldi e visite a palate…l’arte del creare bugie non manca..quindi chissenefrega? Vero Marcianò?

Citazione

“Ci sono due tipi di artisti: quelli che vogliono passare alla storia e quelli che si accontentano di passare alla cassa.” (G.Gaber)

Ipse Dixit, Marcianò..ripetita juvant: “continuo a pensare che legittimare voci come quella di uno che, per trovarsi sempre dalla parte della ragione, falsifica e mistifica a piacimento, infarcendo il tutto con una buona dose di insulti e diffamazioni, non è un atteggiamento democratico?”

Le Reazioni

La cosa interessante è che comunque il sig.Marcianò pare aver accusato il colpo e questo ci dà ragione costituendo di fatto un’ammissione di colpa. Infatti, dopo avergli segnalato piu e piu volte la balla colossale che ha propagato ai suoi lettori, oltre ad essere fuggito miseramente evitando il confronto e il dialogo, ha provveduto tempestivamente ad aggiornare il suo pistolotto di disinformatori inserendo Ser Ciappelletto e Simplicio (tutti come unica persona) all’interno dell’elenco. Si si..lo so a cosa pensate..è un comportamento da signorina stizzita e insoddisfatta, ma che dobbiamo farci…se ragiona come un bambino di 6 anni che se la prende e ti mette nel librone nero perchè hai scoperto che ti dice una bugia, tocca prendere la cosa e dargli il valore che merita..infatti noi di eclisseforum, infidi e goliardici come sempre, gli abbiamo scritto chiedendo se potevamo suggerirgli anche nominativi di amici e conoscenti che vorrebbero anch’essi godere del privilegio di finire su cotanta lista, ma purtroppo il Rosarione fa il fighetto di mare e se la tira…perchè non ci ha dato il permesso. Vabè….

Gli Sciachimisti? Si voltano dall’altra parte…

Addirittura gli stessi sciachimisti, coloro che credono indissolubilmente a questa enorme panzana chimica, si voltano dall’altra parte o fingono di non vedere quando gli si propone di rispondere ad una domanda: “Ma quell’aereo..era sopra Sanremo o stava atterrando a Nizza?”…si contorcono, si voltano e si incazzano..
Concludiamo con due commenti davvero divertenti, rivolti a Ser Ciappelletto…entrambi dello stesso utente, un certo Sasa, che ci ha regalato mezz’ore di spensierate risate..questi commenti sono stati rilasciati dopo l’evidenza della bufala:

1) “è tutto top secret vero?! e dai confermatelo su cosa vi costa!!! o vi costa ammetterlo! rispondete a me, che la domanda è più importante! faccio come il Riminese”
2) “Il Dott Marcianò Rosario è uno dei migliori esperti di scie chimiche in Italia riconosciuto dai paesi esteri!!!mi sa che la vostra è pura invidia!!!”
3 “[..]Che poi la scusa sarebbe quella di voler togliere la moneta agevolando le persone nei loro acquisti e altro! quindi diventeremmo come dei bancomat e delle tessere sanitarie che camminano teleguidate e con tanto di navigatore satellitare!!! […]

Abbiamo ovviamente raccolto altre menzogne da parte del comitato, che piano piano vedremo di portare di fronte agli sciachimisti, giusto per far vedere come anch’essi che vantano un’apertura mentale oltre ogni limite dell’immaginabile, vanno in crash sistemico in stile windows xp non appena si trovano di fronte alla realtà delle cose: dietro alla propagazione della bufala sulle scie chimiche ci sono falsari, introiti e informazione deviata e manipolata da individui che traggono profitto dalla creduloneria della gente.. Stay tuned.

Si ringraziano:
Ser ciappelletto
Viking
Simplicio
UnPassante
The MaxxX
Wasp
UzName
TexRule
AxlMan
Meteoweb

…e pure Marcianò, che due risate buone ce le ha fatte fare pure sto giro, nonostante la pietosa fuga…

by Creedence

Annunci

Da MeteoWeb: La bufala delle scie chimiche e la volgare violenza dei suoi paranoici seguaci

Su Meteoweb pare esseri scatenata una battaglia a suon di post, dove i soliti “noti” per difendere le ormai sbufalate teorie sciachimiste, sono scesi ad i soliti insulti e atteggiamenti di borgata. Mettiamo quindi all’attenzione dei nostri lettori l’articolo del noto metereologo Peppe Caridi, che appoggiamo e ci sentiamo di condividere con la massima solidarietà. Lo staff di EclisseForum.it

Per discuterne: LINK!

 

L’argomento delle scie chimiche è entrato su MeteoWeb in punta di piedi ma pian piano, negli ultimi giorni, ha assunto caratteri “esplosivi”. Nello scorso dicembre avevamo pubblicato quest’articolo e la cosa era finita lì.
Nelle ultime settimane tanti nostri lettori, via email, nei commenti del sito e sulla nostra pagina di facebook, ci chiedevano cosa pensiamo delle scie chimiche e ieri abbiamo colto la palla al balzo nel pubblicare, come facciamo ogni giorno, le mappe satellitari della Nasa sull’Italia mostrando gli splendidi cirri che hanno solcato i nostri cieli, precisando che non si tratta di scie chimiche in quanto i seguaci della teoria delle scie chimiche confondono proprio queste nubi con chissà quale agente artificiale immesso nell’atmosfera dagli aerei.
Dopo la pubblicazione di quest’articolo s’è scatenato il pandemonio: siamo stati accusati e criticati da decine di persone convinte di avere la verità assoluta e di conoscere cose che nessuno ha mai saputo provare e testimoniare, ci hanno detto di vergognarci, ci hanno scritto che non abbiamo coscienza e che addirittura siamo collusi e conniventi, come se ogni mattina ci alzassimo, andassimo sul balcone e iniziassimo a ruttare scie chimiche.
Qualcuno ci ha anche scritto che ne abbiamo parlato per aumentare i nostri click, senza pensare che se avessimo voluto fare un’operazione per aumentare i nostri visitatori avremmo dovuto scegliere di divulgare e diffondere la bufala delle scie chimiche come se fosse vera: in tanti si sarebbero impressionati, avrebbero fatto girare in rete l’articolo e avrebbero fatto impennare le nostre letture. Se, invece, parliamo di “bufala” è evidente che attiriamo solo le critiche e le calunniose offese si chi è fermamente convinto che le scie chimiche esistano davvero, ma lo facciamo con convinzione perchè se negli ultimi anni sulle scie chimiche s’è fatta addirittura un’interpellanza al ministero dell’ambiente da parte di un ex ministro ai lavori pubblici, nonché segretario di un partito, allora è proprio vero che “la questione cessa di essere materia di barzellette, e assume i connotati dell’emergenza sanità mentale pubblica” come scrive il dott. Pasquariello in questa preziosa pagina. Anche Paolo Attivissimo sulle scie chimiche è molto chiaro.

La realtà è che noi siamo qui per fare informazione, e che senza questi spiacevoli episodi non avremmo mai pensato neanche lontanamente di dover affrontare il tema delle scie chimiche. Infatti nessuna persona di buon senso può credere a simili fandonie, soprattutto nel “target-tipo” dei lettori di MeteoWeb, a cui va riconociuta una cultura medio/alta alla luce degli argomenti trattati dal giornale, prettamente scientifico.
Dopotutto la diffusione ormai capillare di questa bufala ci costringe a puntualizzare come stanno veramente le cose, sperando che qualcuno possa metter da parte le proprie paranoie e aprire gli occhi su tutte le balle che gli hanno raccontato. Se così non sarà, pazienza. Almeno avremo la nostra coscienza a posto.

La bufala delle scie chimiche è nata negli anni ’90 per colpa di un giornalista canadese un pò troppo fantasioso che, probabilmente, quel giorno non aveva nulla di meglio da fare. A noi giornalisti insegnano fin dalle università che bsogna cercare fin in fondo la verità delle cose, ed è un “dettame” professionale sacrosanto che però, a volte, viene estremizzato e vissuto come un autentico fondamentalisto da chi esaspera il concetto e, cercando la verità, tende sempre a immaginare qualcosa di strano, qualcosa di losco dietro ogni evento, anche il più normale e il più naturale, come il volo di un aereo che trasporta passeggeri tra due città.
Così nascono le teorie del sospetto e le teorie del complotto, così sono nate le favole di Hitler che non si sarebbe mai suicidato, di Kennedy che vivrebbe ancora in una villa su un’isola della Grecia circondato da belle donne, dell’uomo che non sarebbe mai approdato sulla luna, delle Torri Gemelle buttate giù dagli stessi Americani (!) o di Bin Laden che non sarebbe mai stati ucciso o, ancora, ai terremoti provocati artificialmente da esperimenti ‘HAARP’. Bufale paranoiche diventati luoghi comuni della nostra società proprio come quella delle scie chimiche che però, probabilmente, supera tutte le altre in quanto a gravità perchè la gente che ne è convinta pensa che stiano distruggendo la propria salute e quella dei propri figli quindi si spaventa personalmente e in questo modo diventa anche pericolosa (vedi i commenti lasciatici ieri su MeteoWeb, o quelli che dovremo subire in quest’articolo e che non cancelleremo di proposito).

Le scie chimiche, in realtà, non esistono. Quelle “scie” visibili nei cieli, quando non sono nubi alte e stratiformi (i cirri, appunto), sono semplicemente normali scie di condensazione lasciate dai velivoli. E’ anche normale che nelle giornate umide queste scie tendono a diventare più spesse e gonfie, e a rimanere in cielo per lunghi periodi: la scienza spiega benissimo questi meccanismi legati alle dinamiche dell’atmosfera, mentre non c’è alcuna prova sulla teoria delle “chemtrails”.
Viene da chiedersi com’è possibile che in molti siano così tanto ingenui e creduloni in una società in cui la scuola è obbligatoria fino a 16 anni e basterebbero anche la metà, se nelle nostre aule si insegnasse davvero, a formare una cultura tale da rinnegare ogni tipo di fandonia simile a quella delle scie chimiche. Ma qui sfondiamo un’altra porta aperta, un’altra tematica che affligge la nostra società: la cultura o meglio, l’assenza di cultura che consente, specie oggi grazie a internet e al fenomeno dei social network, al proliferare di simili idiozie.

Fonte: http://www.meteoweb.eu/2012/04/la-bufala-delle-scie-chimiche-e-la-volgare-violenza-dei-suoi-paranoici-seguaci/131939/