Curiosity – Nasa Annuncia: Sconvolgente scoperta su Marte

Aggiornamenti sul forum: LINK

News: Aggiornamento a Fondo Articolo

Poche ore fa, da alcune indiscrezioni Nasa, è trapelata la notizia secondo la quale il rover Curiosity avrebbe riportato dei risultati inaspettati dall’analisi chimica del terreno. Al momento vi è ovviamente uno stretto riserbo a riguardo, ma secondo indiscrezioni l’analisi di SAM avrebbe mostrato risultati che sono stati definititi come “sconvolgenti” dallo stesso Grotzinger, il quale ha affermato che “Questa scoperta entrerà nei libri di storia”. Al momento comunque pare che i dati debbano essere riconfermati da nuove analisi, onde evitare (come già accaduto in passato) che il team di Grotzinger incorra in provvedimenti disciplinari. Infatti il team non è nuovo a flop mediatici.
E’ stato inoltre annunciato che la rivelazione di questa scoperta verrà data nel corso del meeting “American Geophysical Union” (San Francisco . 03-07/12/2012)
La scoperta è stata possibile grazie a SAM (Sample Analisys at Mars) , l’efficace strumento a bordo di Curiosity in grado di compiere accurate analisi di terreno e rivelare la presenza di composti organici, sviluppato da Goddard Space Flight Center (NASA) e Laboratoire Inter-Universitarie de Systèmes Atmosfphériques (USA).

 

SAM

SAM (Sample Analisys at Mars) è un massiccio strumento scientifico che occupa metà del payload scientifico del rover. E’ composto da un gascromatografo, uno spettrometro di massa e uno spettrometro laser, tutti strumenti che si trovano abitualmente in un laboratorio di biologia e che infatti analizzeranno automaticamente i campioni di suolo marziano che il rover estrarrà dal terreno alla ricerca di elementi e molecole tipicamente associate alla presenza di organismi viventi (idealmente simili a quelli terrestri). SAM è in grado di “fiutare” infatti varie molecole dove sono presenti carbonio (ad es. il metano), idrogeno, ossigeno e azoto.

Che dire..speriamo di non trovarci nuovamente di fronte a notizie in stile “Asteroide contro la terra.” 😀

Stay Tuned

Aggiornamento

Riportiamo un interessante articolo di approfondimento a cura di Focus.it:

Come sempre più spesso nell’era dell’informazione digitale e dei social network, da ieri corre voce che il rover Curiosity abbia scoperto qualcosa di molto importante su Marte.
L’informazione arriva da un’intervista della radio pubblica americana npr a John Grotzinger, che è il leader della missione, e Focus l’ha verificata con una fonte (che ha chiesto di rimanere anonima) direttamente alla Nasa e al JPL di Pasadena che gestisce il rover marziano.
Grotzinger ha anticipato che Curiosity ha trovato «roba che finirà sui libri di storia», ma che è troppo presto per dare l’annuncio ufficiale prima delle verifiche necessarie in questi frangenti (come diceva Carl Sagan, affermazioni straordinarie richiedono prove straordinarie).
[Lo show della scienza fa bene alla ricerca?]

Trovato il carbonio?
L’ipotesi più plausibile, ma che sottolineamo è soltanto una speculazione, è che gli strumenti di Curiosity incaricati di cercare le tracce di attività biologica, avrebbero trovato la prova della presenza di carbonio. O meglio di composti che contengono carbonio. Dunque una prova che su Marte cin sono i mattoni fondamentali degli organismi viventi.
Com’è noto, le molecole che contengono carbonio sono potenziali indicatori della presenza di forme di vita. E questo ha acceso l’interesse di tutta la comunità scientifica. «Se deve finire sui libri di storia, mi aspetto che si tratti di materiale organico», ha dichiarato Peter Smith del Lunar and Planetary Laboratory dell’Università dell’Arizona.
[I video aggiornamenti della missione di CuriosityIl tramonto marziano]

Scoperta storica
Se Curiosity avesse trovato composti organici semplici non sarebbe una scoperta così eccezionale: potrebbero provenire da meteoriti e asteroidi. Tuttavia indicherebbero che i mattoni della vita sono presenti su Marte e che “basterebbe l’aggiunta di acqua (che un tempo era presente sul Pianeta), per produrre organismi”.
«Se invece avesse trovato prove della presenza di composti organici complessi, allora sarebbe una scoperta clamorosa» ha spiegato il ricercatore. Che cosa potrebbero essere? Resti di forme di vita più o meno complesse presenti su Marte quando sul pianeta rosso scorreva ancora l’acqua?
[Lo speciale su Curiosity e le sue scoperte]

False aspettative
In attesa delle conferme (in una conferenza stampa mercoledì o durante il meeting annuale dell’American Geophysical Union che si terrà a San Francisco dal 3 al 7 dicembre) non resta che augurarsi che la NASA non abbia esagerato nel creare aspettative, come – purtroppo – è avvenuto altre volte in passato.

Link: http://www.focus.it/scienza/spazio/curiosity-ha-trovato-qualcosa_C12.aspx

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...