L’asteroide 2012 DA14 NON colpirà la Terra nel 2013

E probabilmente nemmeno entro i prossimi 30 anni.

Gira da qualche giorno la notizia secondo cui l’asteroide 2012 DA14, scoperto il 23 febbraio di quest’anno, potrebbe colpire la terra il 15 febbraio 2013. Uno degli “attori” principali di questo ennesimo film catastrofista, è un articolo di affaritaliani-libero, scritto con i piedi, che potete trovare qui: link
Subito ripreso dai soliti siti diffondi-bufale, questa storia si sta allargando a macchia d’olio e rischia di diventare un’altra storiaccia di disinformazione, come quella della cometa Elenin che forse ricorderete.

Quindi è bene fare un pò di ordine e a tal proposito intanto ringraziamo il nostro lettore voyager che ci ha segnalato la notizia.

Cominciamo subito col dire che questo asteroide ha un’orbita quasi circolare, con periodo di circa 1 anno, molto simile a quella terrestre, tranne per un’inclinazione di 10° sul piano dell’eclittica, per cui incontra l’orbita terrestre solo 2 volte l’anno.

Orbita dell'asteroide 2012 DA14

 

Il diametro è stato stimato in 44 metri, con una massa di circa 120.000 tonnellate. Un eventuale impatto, e adesso andremo a definire quanto eventuale, liberebbe un’energia di 2 Mton, abbastanza da radere al suolo una piccola cittadina, ma niente di catastrofico.

Diciamo subito allora che le probabilità di impatto di questo pietrone con la terra, nel suo passaggio ravvicinato del 15 febbraio 2013, sono 0.  Quel giorno l’asteroide passerà a 27000km dalla terra, un passaggio di certo ravvicinato, ma i calcoli escludono le probabilità di impatto, che al momento, ripetiamo, sono 0. L’asteroide non ci colpirà nel 2013 e non lo farà, con certezza, fino al 2020, data dalla quale le previsioni si fanno incerte.

Infatti il sito NEO (Near Earth Object) della NASA, riporta la tabella per i rischi di impatto di questo asteroide. La prima data è il 16-feb-2020 e le probabilità di impatto sono 1 su 83.000.

Le probabilità cumulative, cioè totali, di impatto tra il 2020 e il 2039 sono di 1 su 17000, in 25 passaggi ravvicinati.

Sulle due scale internazionali usate per indicare il rischio di impatto, ad oggi i valori di 2012 DA14 sono:

  •  -3.58 sulla Scala Palermo (dove 0 è il rischio di fondo, definito come il rischio medio che un altro oggetto maggiore o uguale possa possa impattare la Terra nello stesso periodo, cioè fino al tempo del possibile impatto (wiki)). Notare che il valore è negativo. I pericoli si corrono quando questo numero è maggiore di 0.
  •  0 sulla Scala Torino , cioè probabilità quasi NULLA di impatto (la scala va da 0 a 10)
  • In conclusione, riporto le parole degli astronomi Paul Chodas, Jon Giorgini e Don Yeomans, pubblicate sul sito NEO della NASA:

    Asteroid 2012 DA14 will pass inside the geosynchronous satellite ring, located about 35,800 km above the equator. Its orbit about the sun can bring it no closer to the Earth’s surface than 3.2 Earth radii on February 15, 2013. On this date, the asteroid will travel rapidly from the southern evening sky into the northern morning sky with its closest Earth approach occurring about 19:26 UTC when it will achieve a magnitude of less than seven, which is somewhat fainter than naked eye visibility

    Nessuna catastrofe annunciata quindi, per l’ennesima volta.

    Fonti:

    http://en.wikipedia.org/wiki/2012_DA14

    http://neo.jpl.nasa.gov/news/news174.html

    http://neo.jpl.nasa.gov/risk/

    http://neo.jpl.nasa.gov/risk/index.html

    http://ssd.jpl.nasa.gov/sbdb.cgi?sstr=2012+DA14;orb=1

    http://neo.jpl.nasa.gov/cgi-bin/neo_ca?type=NEO&hmax=all&sort=date&sdir=ASC&tlim=far_future&dmax=5LD&max_rows=20&action=Display+Table&show=1

    http://neo.jpl.nasa.gov/risk/2012da14.html

     

     Simplicio

     

    Annunci