Egitto: Le barche dei milioni di anni e la bufala del razzo

La rivista Hera n.16 del aprile 2001 riporta un articolo con la testimonianza di un certo Michele D’Alessandro che afferma di aver fotografato su una parete di una tomba egizia la raffigurazione di un razzo. Riporto di seguito alcuni stralci dell’articolo.(Discussione sul forum)

 

Le barche dei milioni di anni

«Nella testimonianza di un archeologo italiano il racconto di un incredibile documento inciso tra i muri di un tempio minerario nubiano. Si tratta di una delle mitologiche “barche degli Dei” oppure un incisione ispirata da qualcos’altro?

Abbiamo deciso di pubblicare quest’articolo in quanto, sebbene l’argomento sia controverso, il bassorilievo al centro del tema esiste realmente. Ne fece menzione già Alberto Fenoglio nel 1980 nel suo “I Misteri dell’Antico Egitto” (MEB)

ma mai sino ad ora era stato fotografato e presentato su una rivista specializzata. Si tratta di un’esclusiva assoluta. Al di là delle opinioni del noto egittologo, presentate attraverso l’autore dell’articolo, che possono essere condivise o meno, l’anomalia che esso rappresenta richiede una spiegazione. Lasciamo a ciascuno di voi la propria idea assicurando, quale redazione, di approfondire direttamente e personalmente la questione appena possibile.»

 

continua su: Archeologia!

Annunci