By Bauboys: Le gerarchie nei molossi e nei lupi

Lo staff di EclisseForum.it è lieta di annunciare una collaborazione nascente con i BauBoys (in onda su italia1). I Bauboys da oggi potranno curare una sezione interamente dedicata a loro ed ai loro articoli e discuterne con noi.

I Bau Boys sono un gruppo di bambini più un cane (BAU, il meticcio-mascotte) capitanati da Marco Berry in veste di sergente addestratore. In ogni puntata, i Bau Boys cercano di coinvolgere i telespettatori in missioni a favore di animali in difficoltà e in altre attività benefiche della banda, suggerendo l’affiliazione o il sostegno alle proprie campagne e alle associazioni coinvolte. Le storie affrontate dai Bau Boys riguardano le specie più svariate di animali: cani, gatti, conigli, uccelli, cavalli, lucertole, farfalle e chi più ne ha più ne immagini. Sono storie vere, estratte dalla cronaca o nascoste dagli  strati dell’ indifferenza umana. Sono storie affrontate realmente da un manipolo di ragazzini indomabili, motivati da una spinta lodevole: l’amore assoluto per gli animali.
Lo scopo dei Bau Boys, insomma, è aiutare chi ne ha bisogno (animali associazioni che quotidianamente se ne occupano), diffondere la conoscenza degli animali di tutte le specie e sensibilizzare gli spettatori in merito ai temi della salvaguardia e tutela, contro abusi e maltrattamenti.

Mettiamo quindi in evidenza il loro primo bellissimo articolo, ringraziandoli per aver scelto EclisseForum.it come piattaforma per la divulgazione dei loro contenuti. Creedence & Duellum71

Le gerarchie nei molossi e nei lupi

Eccoci a noi, siamo i Bau Boys. Per la nostra presentazione e “rompere il ghiaccio” abbiamo deciso di darvi come spunto le gerarchie che si creano tra i cani lupo e i cani molossi.
Parole come gerarchia, dominanza e sottomissione, applicate ai cani, fanno storcere il naso a molti proprietari poiché rimandano all’accezione negativa che queste hanno nell’ambito della storia e della società umana e, quindi, ritenute inappropriate. Ma se consideriamo il cane nella sua dimensione biologica ed etologica, allora, si potrebbe rivalutarle attribuendo loro una valenza nell’ambito di quello che è il modello Educativo di tipo ETOLOGICO/GERARCHICO.

Nel rapporto con l’amico MOLOSSOIDE, in considerazione del valore di alcuni suoi attributi caratteriali, la conoscenza di questo modello potrebbe rivelarsi utile e funzionale, magari usandolo in maniera complementare ad altri più attuali. Ma vediamo di fare un po’ di chiarezza e sgombrare il campo da possibili equivoci.

E’ assolutamente incontestabile che il CANE derivi da un ANTENATO-LUPO attraverso il processo di DOMESTICAZIONE avvenuto in un periodo circa contemporaneo (sto parlando nell’ordine delle migliaia di anni) in vari punti del pianeta e con probabili diverse modalità.

Il successo evolutivo del LUPO deriva dall’organizzazione della sua struttura sociale. E’ una struttura piuttosto semplice, ma perfettamente chiara, funzionante ed efficace. Riducendola ai minimi termini, si può paragonarla a una piramide con dei livelli gerarchici precisi e al cui apice sta un solo individuo: IL MASCHIO ALPHA… IL LEADER! Costui, che è il solo a potersi riprodurre, VIENE RICONOSCIUTO TALE, mediante comportamenti fortemente ritualizzati, in base delle sue conclamate capacità nel saper soddisfare le esigenze del BRANCO e garantire, sotto la sua guida e il suo controllo, la sopravvivenza del singolo in quanto parte del BRANCO. Ecco perché, in seguito a questo RICONOSCIMENTO di “LEADERSHIP”, gli individui di rango inferiore accetteranno il loro ruolo comunque ATTIVO di comprimari nelle dinamiche del branco.

Nel rapporto con il nostro amico MOLOSSO è lecito poterci ISPIRARE a questa MEMORIA ETOLOGICA. Possiamo ammettere che il cane moderno abbia delegato a noi umani la sua primitiva esigenza di organizzazione. Intervenendo in maniera chiara e mirata nella gestione delle sue prerogative e delle sue risorse (cibo, gioco, socialità), mostrandoci sensibili e capaci nel soddisfare i suoi bisogni, ci proporremo ai suoi occhi come il LEADER che lui potrà e vorrà riconoscere, cui riferirsi e attribuire spontaneamente l’autorità che gli compete.

Se ci comporteremo correttamente sarà più facile per il nostro amico accettare serenamente il suo STATUS di rango inferiore, anzi una buona riuscita di questo percorso educativo eviterà i rischi di una situazione di confusione. Corrispondendo al bisogno di organizzazione e controllando le esigenze primarie introdurremo i presupposti per ottenere l’obbedienza motivata.

Imparate quindi a comportarvi da BUON LEADER e fate un uso corretto e coerente dell’autorità acquisita: ma attenzione si tratta di una COSA BEN DIVERSA DALL’ESERCIZIO COSTRITTIVO E COERCITIVO DELL’ AUTORITA’ IMPOSTA CON LA FORZA.
Per altre info venite su http://www.bauboys.tv

Ringraziamo nuovamente i Bauboys per questo fantastico articolo e per questa nascente collaborazione.

Creedence & Duellum71

EclisseForum.it

Annunci